Author: Peter kayaker 11 settembre 2019

Camminare nudi, un stile di vita naturale

Il trekking nudo è una pratica che sta facendo adepti nei paesi aperti al nudismo.

E' free, non costa nulla, si pratica camminando e respirando aria pura, nudi e liberi, in luoghi non frequentati. I benefici? Con il contatto integrale in natura si proveranno sensazioni inusuali e soprattutto uniche. Se "randonue in francese" indica il trekking nudista, in Italia non esiste una parola ad hoc e potrebbe essere classificato come una "depravazione solitaria". E si, nel Bel Paese ancora resistono gli antichi retaggi medievali su chi pratica il nudismo e soprattutto sono le più giovani generazioni a rifiutare il nudo sia quello sociale che quello naturale. Rimane ancora forte il legame nudo=sesso e donna nuda=desiderio sessuale, e ancora il binomio donna nuda=approccio sessuale. i più bigotti associeranno donna nuda=puttana e uomo nudo=segaiolo. Ma da chi dovrebbe venire il cambiamento che tanti promoter nudisti propagandano?

Il desiderio di mettersi nudi è una facoltà che ci è concessa fin dalla nascita. La società non giustifica il mettersi nudi e lo denigra in tutti i modi e il desiderio ancestrale viene via via assopito. I caratteri più forti resistono e il desiderio rimane vivo. Che fare dunque? Pochissime le soluzione. L'home nudist, di cui abbiamo già illustrato, nudism outside, anch'esso già illustrato e il randonue o nudism walk.

Ogni luogo di esterno alla città, in campagna, in montagna, c'è la possibilità di trovare un sentiero o un percorso poco frequentato dalle persone. Ci lamentiamo del traffico e che tutti prendono l'auto per fare un centinaio di metri? Bene, vi dico per certo che tratturi e sentieri non sono più praticati. E' possibile dunque fare del trekking, spogliandosi completamente. L'unica attrezzatura consentita sono gli scarponi e lo zaino. Se è una spiaggia deserta nemmeno gli scarponi. La vostra paura qual è? Quella di incontrare qualcuno, mi direte voi. Bene, salutatelo e procedete per conto vostro. Quancuno rimarrà sorpreso, altri invidieranno il vostro coraggio, altri ancora sorrideranno. Evitando di fare ciò dove ci sono minorenni o donne con bambini, luoghi sacri, moltitudine di gente, evitando di fare oscenità, evitando di provocare, il vostro comportamento è legale. La semplice nudità non è sanzionabile.

Cosa dicono chi lo ha provato? E chi sono quelli che lo hanno provato? Sfatiamo subito un retaggio mentale che ricorre sempre. Chi si mette nudo non è un psicopatico o un guardone o un segaiolo. La pratica del nudismo è messa in atto sia da persone che hanno un ruolo nella società che da gente comune. Purtroppo, come abbiamo evidenziato sopra, il fatto che la società sanziona il nudismo, chi lo pratica si guarda bene da pubblicizzare ciò che fa, anche tra i familiari. Eppure chi pratica il nudismo è gente normale. Ha capito i benefici e lo preferisce all'insensata pratica di ubriacarsi il venerdi sera.

Andare con il pene di fuori e le natiche libere è una sensazione di notevole piacere. La liberazione del tessuto in quelle parti da una carica emotiva che equilibra l'intero corpo. Il sentirsi libero in un contesto esterno naturale rafforza le difese naturali del nostro corpo e della nostra mente. Per le donne alla sensazione di libertà si associa quella della tranquillità di non essere circuite e aggredite. Il nudo diventa piacere ed emozioni personali e non approcci sessuali.

Se mettere a nudo il proprio organo sessuale genera benefici in tutto il nostro corpo, è normale che produrrà ormoni e verrà il momento di scaricarli. Sostengo quella teoria che praticare nudismo necessariamente portarà a produrre ormoni in eccesso e quindi la masturbazione sarà necessaria per evitare, appunto, che generi colpi di testa insensati con altri praticanti ilnudismo. Per essere più chiari, è normale che praticando il nudismo vi verrà voglia di fare sesso, ma nel rispetto degli altri ed evitare atti osceni in pubblico, è consentito masturbarsi. E' una pratica necessaria di equilibrio del corpo, sia maschile che femminile. Praticamente per un buon umore sarebbe utile masturbarsi tutti i giorni.

Io su twitter commenti su twitter